Bio

FRANCESCO LOMAGISTRO E BERARDI JAZZ CONNECTION

lom_200

I BJC nascono dall’ idea di Francesco Lomagistro di convogliare tutte le esperienze nella passione per la musica afroamericana, la ricerca del “Groove”, la sinergia fra ritmo e melodia.
Il viaggio parti’ diversi anni fa da via Berardi una via del centro di Taranto, dove Francesco aveva un vecchio appartamento adibito a sala prove.

Dopo le molteplici collaborazioni come “sideman” Francesco decide di dare vita a questo progetto, coinvolgendo altri talenti del panorama jazz nazionale e special guest internazionali.
Dopo la produzione e pubblicazione dei tre album The way I like , Do it e Anyway , affrontati con la stretta collaborazione del pianista e compagno di viaggio Ettore Carucci, il batterista e band-leader forma la nuova band per la produzione del 4° album A new journey.

foto_bio

I nuovi BJC sono Michele Campobasso piano e tastiere, Camillo Pace contrabbasso , Vincenzo Presta sax e Francesco Lento tromba.

Con i tre cd precedenti si sono conquistati uno spazio come nuova realtà del jazz europeo, ottenendo consensi del pubblico e della stampa internazionale. Giappone e Stati Uniti in testa.

Walking in the Village, una composizione tratta dall’ album Anyway è stato incluso nei Top Jazz Tunes of 2010 in Giappone (Tokyo Jazz Notes), alcune loro composizioni sono state programmate da molti network radiofonici internazionali .

Dicono di loro:

DUSTY GROOVE
” …A cool combo from the Italian scene –The sound here is a great mix of modern club jazz and older 60s modes — played in styles that recall the sound of Prestige or Riverside from years back, but which also tunes the rhythms towards some of the more contemporary modes explored by the best underground jazz groups of the European scene of late!”

Rafe Gomez ( Radio 101.9 smooth jazz New York)
“..This Italian band meshes tasteful, modern production with incredible live’ playing, and the result is a joyous celebration of jazz artistry. The grooves are a hipster’s paradise, yet the overall sound is accessible to everyone. It’s one of the top CDs in my stack by a band that I’d love to see in a smoky club, with a neat martini in one hand and a sloppy cigar in the other..”

Roma sette (Concita De simone)
“..La loro musica si potrebbe sbrigativamente definire nu-jazz. Ma ci sono troppi riferimenti agli standard e ai compositori e gli stili “classici” per essere tale. E’ l’emblema del sapiente mix di sonorità funky, jazz, elettronica, dance, ecc. condito con la tipica improvvisazione del caso. ?Grande il successo internazionale ottenuto dal loro primo cd “The Way I Like” (2006), programmato per oltre sei mesi in America dalla radio newyorchese “CD 101.9 Smooth Jazz”, nella trasmissione ‘Groove Boutique’ condotta dal noto Dj Rafe Gomez, entrato nelle classifiche dei dischi nu-jazz in Giappone e tutt’ora programmato da diverse emittenti europee (Olanda, Grecia, Germania, Inghilterra, etc.). Il duo pugliese arriva ora al secondo lavoro “Do It!”, prodotto da Antibemusic. Dal 23 Gennaio il disco è ufficialmente distribuito in Giappone dalla P-Vine records ed è già al secondo posto in classifica nel Paese del Sol Levante.”

TNT
“..un’ottima produzione di qualità concepita, composta, arrangiata e suonata bene. “